home


- Feto umano pietrificato-
Petrified human fetus


Condizione: Venduto

Dimensioni supporto: 14 x 12 cm

Altezza feto: 10 cm

Contatta per acquistare o info: artgulliver@libero.it

Status: Sold

Support's measurements: 14 x 12 cm

Fetus' height: 10 cm

Contact to buy or info: artgulliver@libero.it


Descrizione:
(Click for English)


Feto umano risalente agli ultimi anni del XIX secolo, preservato dal professor Luigi Trinchetti tramite "iniezione tranchiniana". Questa tecnica imbalsamatoria, inventata dal medico Giuseppe Tranchina, non prevedeva eviscerazione del cadavere, ma si basava sull'iniezione intravascolare di una soluzione di arsenico bianco e cinabro poco dopo il decesso. In un lasso di tempo variabile, che poteva anche essere di alcuni mesi, i vari tessuti del corpo iniettato si disseccavano completamente. La consistenza era dura e la colorazione marrone scuro, ma le forme fondamentali erano rispettate anche nei dettagli.

Questo preparato in particolare, fu probabilmente molto difficile da realizzare per Trinchetti, date le ridotte dimensioni e le strutture cartilaginee tipiche di un feto alla 13° settimana di gestazione. Anche se durante il processo l'addome e gli organi interni sono parzialmente collassati, le varie parti del piccolo corpo sono ben apprezzabili, soprattutto i dettagli della scatola cranica che si presenta più chiara e giallastra rispetto al corpo.

Non è specificato come Trinchetti si procurò il feto, o quale sia stata la causa dell'aborto ma all'epoca la collezione anatomica del medico era abbastanza ampia ed egli prestava servizio, o aveva contatti, in svariate strutture sanitarie del nord Italia.


Il professor Luigi Trinchetti (1834 – 1915) è stato un medico, antropologo e psichiatra torinese. Anche se in gioventù seguì le correnti di pensiero di Cesare Lombroso, nella seconda fase della sua carriera abbandonò teorie quali l’atavismo, la diagnosi in base alla fisionomia e la frenologia per dedicarsi alla riorganizzazione dei manicomi dell’epoca e studiare l’uso dei farmaci nei trattamenti delle malattie mentali. Fu anche grande collezionista di reperti medici e bizzarrie di ogni tipo legate alla sua professione e ai suoi interessi.

Lascia un commento / Leave a comment:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
back to collection english home