home

Chi sono

Mi chiamo Giulio Artioli e sono il creatore di questo sito internet, in cui propongo gli oggetti che creo dal 2009, in un angolo caotico di casa che è lo studio "Mala Tempora".

Sono un grande appassionato di storia, in particolare degli episodi più oscuri e periferici rispetto a ciò che si legge sui libri di scuola e nei saggi. Adoro la letteratura in genere e quella fantastica, i fumetti, il cinema e in particolare quello horror, i disegni e le illustrazioni, la scienza. Mi piace esplorare vecchi musei di stranezze anatomiche e tecniche, negozi di memorabilia ma anche viaggiare in mete più o meno fuori mano.

Dall'unione di queste passioni è nata l'idea di cimentarsi coi materiali e le tecniche più disparate per creare oggetti interamente sintetici, che provengano da un passato inquietante, mai esistito o alterato.
Vorrei trasmettere la passione per cose che provengono dal mondo della fantasia ma siano comunque tangibili, perché un pezzo macabro o bizzarro di quel determinato evento è arrivato sino a noi per raccontarci qualcosa.

Nella nostra vita quotidiana è necessario che tutto sia standardizzato, ordinario e ripetibile, ma dentro allo studio "Mala Tempora" è bello vedere e toccare qualcosa che fa appello alla nostra capacità, un po' assopita, di meravigliarci per qualcosa che ci incuriosisce e inquieta allo stesso tempo.

Infine intendo precisare che, sebbene nelle cose che faccio figurino spesso animali preservati in vario modo, sono contrario alla violenza sugli animali e tutte le parti che uso sono sintetiche.


About

My name is Giulio Artioli and I'm the creator of this website, where I show the objects I make since 2009, in a chaotic corner of my house which is the "Mala Tempora" studio.

I'm big fan of history, especially of the most obscure and peripheral episodes, respect to the ones normally reported in school books and essays. I love fantastic and general literature, comics, movies and horror in particular, drawings and illustrations, science. I like to explore old museums of anatomical and technical oddities, memorabilia shops but also to travel in somewhat out-of-the-way places.

From the mix of all these passions came the idea of messing with the most various materials and techniques to create entirely synthetic objects from a disturbing past, never existed or altered.
I'd like to transmit the passion for the things that are from the world of fantasy, but are nonetheless tangible, because a macabre or bizarre piece of some event came to us to tell something.

In our everyday life everything must be standardized, ordinary and repeatable, but inside "Mala Tempora" studio is nice to see and touch something that appeals to our (little drowsy) capacity to wonder for somthing that makes us curious and disturbed at the same time.

In the end I'd like to point out that despite the fact I often create animals preserved in various ways, I'm against animal cruelty and every material I use is synthetic.